.
Annunci online

bloggerperfecto
Il gallo senza le galline non può fare l’uomo
arte
31 maggio 2007
Lettere amirose

 

Salvatore di Giacomo
LETTERA AMIROSA
(1924)
* * *
Ve voglio fa’ na lettera a ll’ ingrese,
chiena ‘e tèrmene scìvete e cianciuse,
e ll’ aggia cumbinà tanto azzeccosa
ca s’ ha d’ azzeccà mmano pe nu mese.
Dinto ce voglio mettere tre ccose,
nu suspiro, na lacrema e na rosa,
e attuorno attuorno a ll’ ammillocca nchiusa
ce voglio da’ na sissantina ‘e vase.
Tanto c’ avita dì: Che bella cosa!
Stu nnammurato mio quanto è priciso!
Mentr’ io mme firmo cu gnostia odirosa:
Il vosto schiavotiello: Antonio Riso.






 

Giuseppe Cangiano  

LETTERA QUASE
AMIROSA

(1982)
* * *
Si mo putesse scrivere
‘na lettera amirosa,
Di Giacomo, crediteme,
dicesse ‘n’ata cosa.
Chesta nun è cchiù
ll’epuca
d’ ‘e llettere all’ingrese:
ll’ammore ‘e mo è cchiù
pratico
ma è troppo vummecuso.
Mettènno ‘e parte
ll’anema,
can nun ci azzecca cchiù,
sicuro, avess’ ‘a scrivere
cchiù o meno, su per giù:

<< Te voglio fa’ ‘na lettera sfeziosa
chiena ‘e termene ‘nzìpete e sfrangiuse,
e ‘a voglio cumbinà accussì spassosa
che, quanno ‘a legge, he a dì: - comm’è zucosa! –
Dinto ce voglio mettere tre ccose:
‘na fialetta, ‘na pillola e nu vaso
ch’ha da arrivà addu te accussì azzeccuso
che t’he allecca’ stu musso pe’ nu mese. 
Po’ pe’ sigillo ‘ncopp’ ‘a busta ‘nchiusa
ce voglio schiattà ‘o russo ‘e na cerasa
tanto ch’aviss’ ‘a di’: - Che bella cosa!
Chistu Boy Frendo mio quant’è fucuso! –
Per cui mi firmo… ‘Ntonio, ‘o chiappo ‘e ‘mpiso,
p’avè pur’ io nu surzo ‘e
Paraviso >>.

 


Niente traduzione questa volta, nessun'aiutino…
…in tanti mesi cocche ’ccosa v’avissn avut’ ‘mparà! J
Anzi, a voi la traduzione (astenersi perditempo e parte-nopei)!!



permalink | inviato da il 31/5/2007 alle 18:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (17) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 629394 volte


perfectam
@
libero
.
it





 

Nun me tuccate Napule

faciteme ‘o favore,

e nun cuntate stroppole

dicenno ca è folklore!

 

Nun tormentate Napule

cu ll’aria e chi disprezza

chi campa dint’è vicule

e ‘a vita l’apprezza!

 

Nun affliggite Napule

cantanno litanie:

morte, miseria ‘e popolo

e ciento malatie!

....

Saccio ca pure all’Estero

ce stà gente ‘int’e vasce;

perciò cagnate musica!

Jettate ‘sti grancasce!

 

C’è stato maie nu popolo,

Città, nu Continente

addò se campa facile

e nun succede niente?

 

Certo ca no! E scrivetelo!

Facite nu Cungresso!

Parlate! Cunfessatelo

ca ‘o munno è tutto ‘o stesso!

 

Progresso Tecnologico?

È certo, ce fa onore:

s’industrializza l’anema..

se meccanizza ‘o core…!

 

Però Napule… è Napule!

E ‘o Sole che è l’amante

l’asciutta tutte ‘e llacreme!

Perciò nun more…

                          …E Canta!

G.C.











Bippì on TuTubbi









 



Philip Mazzei, mica bruscolini!






 

Penziere mieje, levàteve sti panne,


stracciàtev' 'a cammisa, e ascite annuro.


Si nun tenite n'abito sicuro,


tanta vestite che n'avit' 'a fa?


 

Menàteve spugliate mmiez' 'a via,


e si facite folla, cammenate.


Si sentite strillà, nun ve fermate:


nu penziero spugliato 'a folla fa.


 

Currite ncopp' 'a cimma 'e na muntagna,


e quanno 'e piede se sò cunzumate:


un'ànema e curaggio, e ve menate...


nzerrano ll'uocchie, primm' 'e ve menà!

 

Ca ve trovano annuro? Nun fa niente.


Ce sta sempe nu tizio canusciuto,


ca nun 'o ddice... ca rimmane muto...


e ca ve veste, primm' 'e v'atterrà.

 

E. De Filippo

1948















VIDEO








selezione poetica curata da
pasqualedigennaro











Technorati Profile
 
 
Add to Technorati Favorites
 Add to Technorati Favorites
 Add to Technorati
Favorites

 


Blog-Show la vetrina italiana dei blog!