.
Annunci online

bloggerperfecto
Il gallo senza le galline non può fare l’uomo
DIARI
20 giugno 2007
Qui qualcosa ancora non manent

uè uè uè, questo è il figlio del re!

Facilissimo far pagare con monete d’oro ogni servigio reso, già pagato con attese da bruciastomaco e continue preghiere e/o preavvisi di comparizione. E annotare questi servigi, tutti, su di un taccuino altrettanto d’oro, onde evitare ulteriori richieste che potrebbero scompensare la tabella di marcia, non così rigida, ma all’occorrenza improvvisata… che non fa una grinza. E ci si rivolta come animali quando il benedetto Super Io va a cozzare contro l’evidenza del detto e non-fatto.. della parola lasciata scivolare dalla bocca in un momento in cui si era sinceramente predisposti a dare, ma a delle condizioni cavillose che, se vengono meno mandano affanculo tutta la sincerità della predisposizione. La parola la si lascia lì a bruciare al sole, sì da poterla rinnegare qualora il non-fatto gridasse di luce accecante. È c’è pure che quando si mettono condizioni al dare, questo diventa un dare.. forse…. ma, sinceramente, più no che si. Resta di fatto solo un fatto: dico e non faccio. Ma dico e continuo a dire, con la pretesa che si dia ancora credibilità a questo dire, contraddetto costantemente dalla mancanza della sua diretta conseguenza, il fare ciò che si era detto si sarebbe fatto.

Verba voltant e ma fatti non manent.


 




permalink | inviato da bp il 20/6/2007 alle 14:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (21) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte


perfectam
@
libero
.
it





 

Nun me tuccate Napule

faciteme ‘o favore,

e nun cuntate stroppole

dicenno ca è folklore!

 

Nun tormentate Napule

cu ll’aria e chi disprezza

chi campa dint’è vicule

e ‘a vita l’apprezza!

 

Nun affliggite Napule

cantanno litanie:

morte, miseria ‘e popolo

e ciento malatie!

....

Saccio ca pure all’Estero

ce stà gente ‘int’e vasce;

perciò cagnate musica!

Jettate ‘sti grancasce!

 

C’è stato maie nu popolo,

Città, nu Continente

addò se campa facile

e nun succede niente?

 

Certo ca no! E scrivetelo!

Facite nu Cungresso!

Parlate! Cunfessatelo

ca ‘o munno è tutto ‘o stesso!

 

Progresso Tecnologico?

È certo, ce fa onore:

s’industrializza l’anema..

se meccanizza ‘o core…!

 

Però Napule… è Napule!

E ‘o Sole che è l’amante

l’asciutta tutte ‘e llacreme!

Perciò nun more…

                          …E Canta!

G.C.











Bippì on TuTubbi









 



Philip Mazzei, mica bruscolini!






 

Penziere mieje, levàteve sti panne,


stracciàtev' 'a cammisa, e ascite annuro.


Si nun tenite n'abito sicuro,


tanta vestite che n'avit' 'a fa?


 

Menàteve spugliate mmiez' 'a via,


e si facite folla, cammenate.


Si sentite strillà, nun ve fermate:


nu penziero spugliato 'a folla fa.


 

Currite ncopp' 'a cimma 'e na muntagna,


e quanno 'e piede se sò cunzumate:


un'ànema e curaggio, e ve menate...


nzerrano ll'uocchie, primm' 'e ve menà!

 

Ca ve trovano annuro? Nun fa niente.


Ce sta sempe nu tizio canusciuto,


ca nun 'o ddice... ca rimmane muto...


e ca ve veste, primm' 'e v'atterrà.

 

E. De Filippo

1948















VIDEO








selezione poetica curata da
pasqualedigennaro











Technorati Profile
 
 
Add to Technorati Favorites
 Add to Technorati Favorites
 Add to Technorati
Favorites

 


Blog-Show la vetrina italiana dei blog!