.
Annunci online

bloggerperfecto
Il gallo senza le galline non può fare l’uomo
6 maggio 2007
Pronti...via!





.II  "Trammisgood"

Preso possesso del mezzo e ultimate tutte le procedure di manutenzione: oliato e grassato ben benino il trollo, sbirciate accuratamente le molle di sospensione, tersa e ritersa la targa di tergo con l’aiuto di un sofisticatissimo detersivo “CILLIT Bang”, che si spera sia autopulente. 

.III  ‘O tram è partut

Prima tappa:

Cimitero di Poggioreale-Carcere-Corso Malta.

Procedo a passo d’uomo tra macchine, pedoni, e motorini. La targa di tergo è già quasi irriconoscibile. Fuori è una giungla…ma dentro, forse, è peggio. 3 mamme per 9 carrozzini, venditori ambulanti con tanto di negozietti ambulanti a seguito, un vociare continuo “
Ma sta munnezz? Quann c’ha levan sta munnezz?”…il traffico “aeh…e quann arrivamm accussì…signurì un poco poco più veloce!”. Non rispondo, perché un tranviere, per dirsi tale, muto deve stare.  Procedo, cauta, dando la precedenza a chi ne ha diritto…e pure a chi, pur non avendo diritto, se la prende ugualmente. All’approssimarsi di ogni fermata scatta la lite: “ permesso…permesso…jamm… nun putit sta annanz’ ‘a port’! ”Ad ogni fermata scende 1 persona e ne salgono 3. “ nun ce sta post… jat annanz jat….! ” …
Il caldo aumenta in proporzione al numero di persone… una zuppa di sudore…e mosche…ma non mollo… !

 

.IV Ll’opera è fernuta


 




permalink | inviato da il 6/5/2007 alle 14:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte


perfectam
@
libero
.
it





 

Nun me tuccate Napule

faciteme ‘o favore,

e nun cuntate stroppole

dicenno ca è folklore!

 

Nun tormentate Napule

cu ll’aria e chi disprezza

chi campa dint’è vicule

e ‘a vita l’apprezza!

 

Nun affliggite Napule

cantanno litanie:

morte, miseria ‘e popolo

e ciento malatie!

....

Saccio ca pure all’Estero

ce stà gente ‘int’e vasce;

perciò cagnate musica!

Jettate ‘sti grancasce!

 

C’è stato maie nu popolo,

Città, nu Continente

addò se campa facile

e nun succede niente?

 

Certo ca no! E scrivetelo!

Facite nu Cungresso!

Parlate! Cunfessatelo

ca ‘o munno è tutto ‘o stesso!

 

Progresso Tecnologico?

È certo, ce fa onore:

s’industrializza l’anema..

se meccanizza ‘o core…!

 

Però Napule… è Napule!

E ‘o Sole che è l’amante

l’asciutta tutte ‘e llacreme!

Perciò nun more…

                          …E Canta!

G.C.











Bippì on TuTubbi









 



Philip Mazzei, mica bruscolini!






 

Penziere mieje, levàteve sti panne,


stracciàtev' 'a cammisa, e ascite annuro.


Si nun tenite n'abito sicuro,


tanta vestite che n'avit' 'a fa?


 

Menàteve spugliate mmiez' 'a via,


e si facite folla, cammenate.


Si sentite strillà, nun ve fermate:


nu penziero spugliato 'a folla fa.


 

Currite ncopp' 'a cimma 'e na muntagna,


e quanno 'e piede se sò cunzumate:


un'ànema e curaggio, e ve menate...


nzerrano ll'uocchie, primm' 'e ve menà!

 

Ca ve trovano annuro? Nun fa niente.


Ce sta sempe nu tizio canusciuto,


ca nun 'o ddice... ca rimmane muto...


e ca ve veste, primm' 'e v'atterrà.

 

E. De Filippo

1948















VIDEO








selezione poetica curata da
pasqualedigennaro











Technorati Profile
 
 
Add to Technorati Favorites
 Add to Technorati Favorites
 Add to Technorati
Favorites

 


Blog-Show la vetrina italiana dei blog!