.
Annunci online

bloggerperfecto
Il gallo senza le galline non può fare l’uomo
diari di viaggio
3 ottobre 2007
Fate voi! 1/
  


Se vi aggirate verso la una de la noche por certi luoghi potreste imbattervi in gaie combriccole, che cordialmente disquisiscono di tutto ciò di cui si può disquisire alla una della noche in gaie combriccole: calcio e femmine. Masculi e tavole rotonde suggeriscono fumosi scambi d’opinione. Ugualmente, in tempi e luoghi diversi, potreste imbattervi in caotiche discussioni, avvallamenti di nervi, imbarazzanti scaccofili. Femmine che rimbeccano masculi graficamente troppo severi; scaccofili che lamentano giornali troppo poco ironici; marmorei puntini sulle i. Avanzando su questa stessa strada, potreste incontrare un cinemino, ambiente familiare, anime astruse, spesse. Da lì, svoltando a destra potreste incontrare una donna che spizzica qua e la tra le pagine del suo diario e che, tra un trasloco e un altro, ne recita qualche pagina a voce alta. Solo pochi passi e vi imbattereste in un uomo che spizzica invece tra le fosche vie del suo e dell’altro essere e beve, beve 
 Jagermeister perché tali e tante sono le vie. Pochi passi ancora e arrivereste nella stanza dei giuochi. Lì ci si riunisce spesso: premio sicuro, ingresso libero e niente consumazione obbligatoria. Liberato il pensiero da inutili aggrovigliamenti, potreste recarvi nella casa di rimpetto a quella dei giuochi. Ivi dimora una Donna che saprebbe sbattervi davanti agli occhi tutto lo schifo umano. Siate cauti, misurate bene las palabras, porquè, all’occorrenza, questa Donna potrebbe anche cavarveli, gli occhi. Accanto a lei una fanciulla dipinge scure stanze dove, persi nei giochi di colori e ombre, potreste rischiare di ritrovarvi innamorati dell’amore. Da lì, percorrendo il lungo corridoio, arrivereste in un gioioso vascio tutto dipinto di rosso, ivi imparereste tutto l’Amore, ciascuno negli occhi degli dell’altro. Altri pochi passi, altro vascio. Lì dimorano due masculi da cui potreste imparare che più dell’amore può l’amicizia ( ma non vi presentate in canottiera bianca chè ve ne cacciano! ) .


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. quasi tutti chi si riconosce è bravo

permalink | inviato da bp il 3/10/2007 alle 13:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (48) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 642576 volte


perfectam
@
libero
.
it





 

Nun me tuccate Napule

faciteme ‘o favore,

e nun cuntate stroppole

dicenno ca è folklore!

 

Nun tormentate Napule

cu ll’aria e chi disprezza

chi campa dint’è vicule

e ‘a vita l’apprezza!

 

Nun affliggite Napule

cantanno litanie:

morte, miseria ‘e popolo

e ciento malatie!

....

Saccio ca pure all’Estero

ce stà gente ‘int’e vasce;

perciò cagnate musica!

Jettate ‘sti grancasce!

 

C’è stato maie nu popolo,

Città, nu Continente

addò se campa facile

e nun succede niente?

 

Certo ca no! E scrivetelo!

Facite nu Cungresso!

Parlate! Cunfessatelo

ca ‘o munno è tutto ‘o stesso!

 

Progresso Tecnologico?

È certo, ce fa onore:

s’industrializza l’anema..

se meccanizza ‘o core…!

 

Però Napule… è Napule!

E ‘o Sole che è l’amante

l’asciutta tutte ‘e llacreme!

Perciò nun more…

                          …E Canta!

G.C.











Bippì on TuTubbi









 



Philip Mazzei, mica bruscolini!






 

Penziere mieje, levàteve sti panne,


stracciàtev' 'a cammisa, e ascite annuro.


Si nun tenite n'abito sicuro,


tanta vestite che n'avit' 'a fa?


 

Menàteve spugliate mmiez' 'a via,


e si facite folla, cammenate.


Si sentite strillà, nun ve fermate:


nu penziero spugliato 'a folla fa.


 

Currite ncopp' 'a cimma 'e na muntagna,


e quanno 'e piede se sò cunzumate:


un'ànema e curaggio, e ve menate...


nzerrano ll'uocchie, primm' 'e ve menà!

 

Ca ve trovano annuro? Nun fa niente.


Ce sta sempe nu tizio canusciuto,


ca nun 'o ddice... ca rimmane muto...


e ca ve veste, primm' 'e v'atterrà.

 

E. De Filippo

1948















VIDEO








selezione poetica curata da
pasqualedigennaro











Technorati Profile
 
 
Add to Technorati Favorites
 Add to Technorati Favorites
 Add to Technorati
Favorites

 


Blog-Show la vetrina italiana dei blog!