Blog: http://bloggerperfecto.ilcannocchiale.it

Gioca con Coon

Vai dal mitico Raccoon!

Tralasciando le più comuni paure: morte, malattia, peste e carestia, ho paura  anche solo di guardare una qualsiasi arma da fuoco, ho paura del fuoco,  del mare agitato, spesso, in periodi d’instabilità emotiva, ho paura dell’acqua alta…da piccola infatti credevo di essere morta annegata in qualche vita precedente. Mi spaventano le persone eccessivamente buone, e quelle eccessivamente cerimoniose. Mi spaventano le bugie inutili, mi spaventa l’egocentrismo e la vanità. Mi spaventano la pigrizia, l’astenia e l’apatia. Mi spaventano i numeri chè non sono opinabili. Temo la severità, della vita e delle persone. Temo il “così è”, tanto quanto il “così non è”. Ho paura di essere dimenticata… ci si dimentica di qualcuno anche solo per un nano secondo e la frittata è fatta, perché il dimenticato è perduto (almeno per quanto mi riguarda). Ho paura dei litigi, quelli veri.. quelli che si chiudono su una porta chiusa. Vado nel panico se mi sento sotto esame, e mi terrorizza il pensiero di veder soffrire il mio cane, perché so che non saprei fare per lui ciò che solo una mamma cane saprebbe. Ho avuto più paura di vivere che di morire.      

Pubblicato il 27/6/2007 alle 9.54 nella rubrica PoetiD'altriBlog.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web