Blog: http://bloggerperfecto.ilcannocchiale.it

Fate voi! 1/

  


Se vi aggirate verso la una de la noche por certi luoghi potreste imbattervi in gaie combriccole, che cordialmente disquisiscono di tutto ciò di cui si può disquisire alla una della noche in gaie combriccole: calcio e femmine. Masculi e tavole rotonde suggeriscono fumosi scambi d’opinione. Ugualmente, in tempi e luoghi diversi, potreste imbattervi in caotiche discussioni, avvallamenti di nervi, imbarazzanti scaccofili. Femmine che rimbeccano masculi graficamente troppo severi; scaccofili che lamentano giornali troppo poco ironici; marmorei puntini sulle i. Avanzando su questa stessa strada, potreste incontrare un cinemino, ambiente familiare, anime astruse, spesse. Da lì, svoltando a destra potreste incontrare una donna che spizzica qua e la tra le pagine del suo diario e che, tra un trasloco e un altro, ne recita qualche pagina a voce alta. Solo pochi passi e vi imbattereste in un uomo che spizzica invece tra le fosche vie del suo e dell’altro essere e beve, beve 
 Jagermeister perché tali e tante sono le vie. Pochi passi ancora e arrivereste nella stanza dei giuochi. Lì ci si riunisce spesso: premio sicuro, ingresso libero e niente consumazione obbligatoria. Liberato il pensiero da inutili aggrovigliamenti, potreste recarvi nella casa di rimpetto a quella dei giuochi. Ivi dimora una Donna che saprebbe sbattervi davanti agli occhi tutto lo schifo umano. Siate cauti, misurate bene las palabras, porquè, all’occorrenza, questa Donna potrebbe anche cavarveli, gli occhi. Accanto a lei una fanciulla dipinge scure stanze dove, persi nei giochi di colori e ombre, potreste rischiare di ritrovarvi innamorati dell’amore. Da lì, percorrendo il lungo corridoio, arrivereste in un gioioso vascio tutto dipinto di rosso, ivi imparereste tutto l’Amore, ciascuno negli occhi degli dell’altro. Altri pochi passi, altro vascio. Lì dimorano due masculi da cui potreste imparare che più dell’amore può l’amicizia ( ma non vi presentate in canottiera bianca chè ve ne cacciano! ) .

Pubblicato il 3/10/2007 alle 13.21 nella rubrica Sociologia da Coiffeur.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web