Blog: http://bloggerperfecto.ilcannocchiale.it

Eduardo: 4.05.1900 - 31.10.1984

 

                                                                         S’è araputa ‘a fenesta

[…]

Trentuno Ottobre!

L’unnice d’ ‘a sera!

<< Chi è cchiù felice ‘e me? >>

Comm’ ‘a n’attrice

stà recitanno ‘a Luce d’ ‘a Speranza

mentre tu zitto zitto staie partenno.

Felice?

Forse si… ma nun è certo.

Chi sposa ll’ ARTE nun abbracci’a Morte…

Ma tu te sì scurdato ‘a porta aperta.

Smania stanotte Napule

e nun dorme.

‘Na voce s’alluntana e s’avvicina

rimbomba comm’a n’eco dint’ ‘e stanze

e po’ se va sperdenno dint’a ll’aria.

 

È ‘a voce ca sentette FILOMENA?

Ma no!!!

Dint’o silenzio ‘e ‘sta Città che chiagne,

che chiagne e dice

<< ‘E figlie so’ figlie…!>>

E nun ‘a siente?

E sièntela ‘sta voce

che s’affoca ‘int ‘e llacreme e te chiamma

pecchè tu, comm’a nuie, sì nnato a Napule…

E Napule t’aspetta!

Mò Napule te vo’!


                             Giuseppe Cangiano

 

 

stammatina

…..

Chi s’è assettata

ncopp’ ‘o parapetto

e cu nu pizzo a riso

m’ha guardato?

Anduvinate!

‘A Morte.

…..

Nun era cu ll’uocchie scafutate

cu tutt’ ‘e diente ‘a fora

e senza naso

…..

Era ‘na vicchiarella

accunciulella.

Me pareva ‘a nonna.

Sant’Anna era

gnorsì.

…..

M’è venuta a ffà visita e m’ha ditto:

-         Guagliunciè,

mò ce avimmo vedè spisso

accussì

………..

trasimmo…

 in simpatia

fino a quanno…

………….

te ne vieni cu mmico. -

-         E va bene –

aggio ditto.

-         Comme site simpatica!

V’aspetto. –

Eduardo

Pubblicato il 31/10/2007 alle 13.7 nella rubrica PoetiD'altriBlog.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web